L’importanza dei segnali calmanti

V-DogTrainer

Saper leggere ed interpretare il nostro cane, è fondamentale per comprendere i comportamenti dei nostri cani. Ho voluto tradurre un articolo di Turid Rugaas, scrittrice norvegese esperta di addestramento cinofilo. Consiglio i suoi libri a chi è alle prime esperienze con quel che è la meravigliosa esperienza di vivere con un cane.

Segnali calmanti – L’arte della sopravvivenza

Per le specie che vivono in branco è importante essere in grado di comunicare con i propri simili. Sia per cooperare quando cacciano, per allevare la loro prole e , forse la cosa più importante: per vivere in pace l’uno con l’altro! I conflitti sono pericolosi – provocano lesioni fisiche e un branco indebolito, è qualcosa che nessun branco può permettersi perché lo farebbe estinguere.
I cani vivono in un mondo di input sensoriali: percezioni visive, olfattive, uditive. Percepiscono facilmente piccoli dettagli: un segnale rapido, un leggero cambiamento nel comportamento dell’altro, l’espressione dei nostri occhi. Gli animali da branco sono così percettivi ai segnali, che un cavallo può essere addestrato a seguire la contrazione delle nostre pupille, e un cane può essere addestrato a rispondere alla tua voce sussurrante. Non c’è bisogno di gridare comandi, per rendere il tono della nostra voce profondo e arrabbiato – questo è ciò che Karen Pryor definisce come schiacciare mosche con una pala. I cani hanno circa 30 segnali calmanti, forse anche di più. Alcuni di questi segnali sono usati dalla maggior parte dei cani, mentre altri hanno un “vocabolario” incredibilmente ricco. Questo varia da cane a cane.

Il problema

I cani usano questo sistema di comunicazione con noi umani, semplicemente perché questa è la lingua che loro conoscono e perché pensano, che tutti capiscano questa lingua. Se noi non riusciamo a vedere il nostro cane usare segnali calmanti nei nostri confronti, e se noi forse  puniamo addirittura il cane per averli usati, rischiamo di causare gravi danni al tuo cane. Alcuni cani potrebbero semplicemente rinunciare ad usare i segnali calmanti, anche con altri cani. Altri possono diventare così disperati e frustrati da diventare aggressivi, nervosi o stressati di conseguenza. I cuccioli e i cani giovani potrebbero effettivamente andare in uno stato di shock. 

ESEMPIO TIPICO
Papà chiama Prince. Papà ha imparato, su un campo di addestramento, che deve sembrare severo e dominante in modo che Prince capisca chi comanda. Prince trova che la voce di papà sia aggressiva e, essendo un cane, gli lancia immediatamente un segnale calmante per farlo smettere di essere così aggressivo. Prince forse si leccherà il naso, sbadiglierà, si volterà dall’altra parte. Questo farà sì, che papà adesso si arrabbierà davvero, perché papà percepisce Prince come una testa dura, ostinato, testardo e disobbediente. Prince viene punito per aver “sbadigliato in faccia a papà” e per esserci “girato dall’altra parte”. Prince viene punito per aver usato i suoi segnali calmanti per calmare papà. Questo è un tipico esempio di qualcosa che accade quotidianamente con molti proprietari di cani. 

CONOSCENZA DI BASE
Dobbiamo imparare a capire il linguaggio dei cani in modo da poter capire cosa ci dicono i nostri cani. Questo è il segreto per vivere bene insieme.

(seguirà presto il resto dell’articolo )

Vi piace l’argomento? Ti suggerisco di leggere i libri di Turid Rugaas: vi si aprirà un mondo! 

English Version        Versione Italiana     

              

Deutsche Version      Kindle (english) 

         

Altri libri (in lingua italiana) di Turid Rugaas

        

Source of article: Calming Signals – The Art of Survival – Author: Turid Rugaas, ©, 2013.
Articolo tradotto e pubblicato con la gentile concessione di Turid Rugaas. Traduzione a cura di Valeria R. V-DogTrainer
 


Link di Affiliazione

Questo sito contiene link di affiliazione. Questo vuol dire, che per ogni vendita generata dai link sul sito ottengo una commissione. A chi acquista non costa nulla in più, ma mi aiuta a continuare a pubblicare contenuti utili e aggiornati. Inoltre, sui miei siti sponsorizzo/pubblicizzo soltanto prodotti e/o servizo che io stessa ho comprato ed utilizzo.

 

Autore: V-DogTrainer

www.yourweddingdogsitter.it/chi-siamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Whatsapp
1
Ciao!
Ti ricordo che, usando il pulsante Whatsapp, accetti la nostra privacy policy. I messaggi inviati da qui arrivano direttamente sul mio cellulare.
Cosa posso fare per te?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: