Dog sitting casalingo per cani

Devi partire e non puoi portare con te il tuo cane? 

Vivi in Campania e cerchi una sistemazione casalinga per il tuo cane?

Il tuo cane è anziano o malato e tu lavori tutto il giorno e non hai più tempo a sufficienza, da dedicargli le attenzioni che merita? 

E’ un piacere badare ai vostri animali durante le vostre vacanze! 

Viviamo in una zona molto tranquilla, immersi nel verde e ospitiamo volentieri il tuo cane in casa con noi!

Qui potrà correre nei 2000 mq di giardino, recintato in sicurezza, giocare con gli altri cani della sua stessa taglia (facciamo molta attenzione su questa cosa) ed essere accudito e coccolato in attesa del tuo ritorno. Possiamo venire a prendere il tuo cane in tutta la Campania e riaccompagnarlo a fine vacanza. Con noi avrà una vacanza fantastica! 

Contattaci per maggiore info! 

Tel +39 349 5118482 

 

 

V-DogTrainer: chi siamo

Mi chiamo Valeria e sono un educatore  cinofilo nonché addestratore ENCI per cani da utilità, compagnia, agility e sport. Ho pluridecennale esperienza con la gestione di cani di qualunque razza/taglia. Insieme a mio marito allevo Piccoli Levrieri Italiani dal 2006. Inoltre sono la Responsabile del IG RESCUE CENTER ITALIA, che si occupa di dare una voce nonché accoglienza ai cani meno fortunati. Sono automuniti e disponibili in tutta la Campania, con Greenpass Covid in regola. Trovami su Cronoshare! 

Addestratore Napoli Caserta Avellino Benevento Salerno 

Leggi tutto “V-DogTrainer: chi siamo”

Il tuo cane tira al guinzaglio?

Una delle problematiche più frequenti, per le quali le persone mi contattano, è quella della condotta al guinzaglio.



“Il mio cane è ingestibile al guinzaglio!”, “Il mio cane mi trascina ovunque, la passeggiata è diventata un incubo!”, ” Il mio cane tira al guinzaglio, non mi ascolta e non so come fare!”

La taglia del cane è del tutto irrilevante, i cani di chi mi contatta per questa problematica sono di qualunque taglia, dal Chihuahua al Dobermann. Ora verrebbe facile pensare che qui ci vogliano forza fisica e “maniere forti”, collari a strozzo o strattoni, per affrontare la problematica. Nulla di più errato!

Utilizzando mezzi coercitivo generiamo solamente dolore e disagio. Il cane non impara la corretta condotta al guinzaglio, orientandosi sul suo umano, ma impara unicamente ad evitare il dolore quando porterà quel determinato collare e, in alcuni casi sopportando per mesi e reagendo all’improvviso, “ribellandosi”. Ci si meraviglia poi perché un cane sia arrivato a mordere il suo proprietario. 

“E allora che faccio?” Esistono diverse tecniche per la condotta al guinzaglio, così come esistono degli accessori specifici e assolutamente non dolorosi.

Addestratore Napoli Caserta Avellino Benevento Campania

Contattandomi, sarò lieta di venire al tuo domicilio ed insegnarti la corretta condotta a guinzaglio, facendo in modo che il tuo cane veda te come punto di riferimento ed impari ad orientarsi su di te, scegliendo i giusti accessori, a seconda della razza/taglia del cane.

Il cane del video era ingestibile al guinzaglio: tirava in tutte le direzioni, trascinandosi dietro i proprietari e inoltre molto reattivo. Eccolo qui alla nostra terza sessione di training. 

Di seguito alcuni accessori utili per il training. Il mio consiglio é di rivolgervi ad un educatore cinofilo per scegliere il modello e la taglia adatta al vostro cane, e si farvi illustrare bene come si usano CORRETTAMENTE. Un cattivo uso  potrebbe non dare il risultato sperato e addirittura peggiorare le cose. IMPORTANTE: queste pettorine sono pensate unicamente per il training/educazione del cane alla corretta condotta al guinzaglio. Non sono assolutamente una soluzione a lungo termine. Il nostro scopo é arrivare ad una condotta, con guinzaglio rilassato/lento, anche indossando un collare o la pettorina abituale del cane. La pettorina anti tiro può essere ausiliare durante le sessioni di training. 

Con l’ausilio di una pettorina anti-tiro,  è possibile insegnare al cane di smettere di tirare durante le passeggiate, a patto che l’uso vi venga prima spiegato bene da un educatore cinofilo o addestratore certificato, onde rischiare di creare disagi, provenienti da un cattivo uso dello strumento, al cane. Queste pettorine sono disponibili in diverse misure e diversi modelli, a seconda dell’esigenza. Fatevi consigliare da un educatore esperto nell’uso di questi ausili, i quali andranno usati solo durante il periodo di training, in quanto non sostituisco il lavoro e training con il cane. 

Questo tipo di pettorina necessita di una lunghina con doppio moscLunghina in cuoiohettone.

Io realizzo le mie lunghine e guinzagli in morbidissimo cuoio di alta qualità.

Contattami se desideri acquistarne una per il tuo cane. 

La premessa per l’uso di queste pettorine, è la capacità del conduttore, di avere l’attenzione del cane. Ho scritto un articolo sul Clicker Training, il quale è un modo molto interessante per creare una collaborazione e legame con il tuo cane. 

Libri consigliati

Clickertraining, questo sconosciuto

Vediamo anzitutto che cos’è un clicker.

Il clicker è un piccolo strumento usato per marcare il momento esatto, in cui il cane fa la cosa giusta. Grazie alle sue dimensioni ridotte, sta in ogni tasca e grazie ai diversi livelli di volume, è adatto anche per il training con cani molto sensibili al rumore. 
Ecco alcuni accessori che trovo molto comodi. La borsetta per i premi è in silicone, ci metto anche i premi “freschi, senza problemi di macchie perchè è perfettamente lavabile. La mantellina da addestramento è un mio “vezzo” nonchè molto comoda per avere tutto a portata di mano durante il training. La pettorina da addestramento nel link seguente, ha un anello frontale che insegna al cane la corretta condotta al guinzaglio, senza bisogno di metodi coercitivi.

 

Il clicker training è una forma di training, basata sul rinforzo positivo. I comportamenti “errati” del cane vengono ignorati e durante il training con il clicker non vi è alcuna punizione. E’ importante essere precisi. Un educatore cinofilo/addestratore certificato saprà insegnarvi l’uso corretto.

Educando il cane con il clicker, il tuo amico a quattro zampe impara ad associare il rumore del click ad una ricompensa. Questo processo renderà il cane sempre più attento e focalizzato su di te. Il tuo cane diventerà più vigile attraverso il clicker ed imparerà a pensare e collaborare attivamente, per capire a quale dei suoi comportamenti equivalgono più ricompense e quali comportamenti invece non portano ad alcuna ricompensa. 

Il click sarà in seguito associato ad una parola e ad un gesto ed in seguito del tutto sostituto da questa  parola/gesto. Insegnando il richiamo, consiglio l’uso di una lunghina di 10 metri . Questa consente di lavorare sempre in sicurezza, qualora ci trovassimo in un ambiente non recintato

A proposito: anche la corretta condotta al guinzaglio può essere insegnato con il suono del clicker e quindi ulteriormente migliorato. E anche se ci sono più cani in una casa, l’addestramento con il clicker è possibile. In questo caso, tuttavia, è necessario prestare attenzione e lavorare singolarmente, per garantire che ogni cane sia condizionato individualmente al clicker.

Per un addestramento di successo, il cane deve ricevere un segnale chiaro. È dunque di estrema importanza, essere precisi nel marcare un comportamento con il clicker. Se si cliccasse troppo presto o troppo tardi, si corre il rischio di fissare un comportamento errato. 

Non abbiate paura che, usando clicker & premietti, il cane lavorerà solo se hai un bocconcino in mano! In seguito i premietti arriveranno in modo intermittente. Mi piace paragonare il “premiare per mantenimento” ad una slot machine!

 

Molte persone mi dicono:

“Ma io voglio che il mio cane mi obbedisca perché mi rispetta e non perché ho in mano del cibo! Io vorrei fare il training senza l’uso del premio!” (bocconcino o giocattolo che sia). 

A coloro io rispondo sempre con il seguente esempio:

Immaginate la seguente situazione: vi recate ogni giorno al lavoro, con dedizione e passione, dando il meglio di voi. A fine mese, il datore di lavoro vi da una pacca sulla spalla e vi dice

“Grazie! Hai fatto un ottimo lavoro! Sono contento che tu lo faccia per amore e rispetto nei miei confronti. Ho quindi deciso che da oggi tu lavorerai gratis”

Non penso che sareste molto contenti e non penso che sareste ancora motivati, nello svolgere il vostro lavoro. 

Ecco, per il cane è esattamente la stessa cosa. Anche lui vuole il suo tornaconto ed è giusto che i suoi sforzi vengano premiati.

               

L’importanza dei segnali calmanti

Saper leggere ed interpretare il nostro cane, è fondamentale per comprendere i comportamenti dei nostri cani. Ho voluto tradurre un articolo di Turid Rugaas, scrittrice norvegese esperta di addestramento cinofilo. Consiglio i suoi libri a chi è alle prime esperienze con quel che è la meravigliosa esperienza di vivere con un cane.

Segnali calmanti – L’arte della sopravvivenza

Leggi tutto “L’importanza dei segnali calmanti”

Whatsapp
1
Ciao!
Ti ricordo che, usando il pulsante Whatsapp, accetti la nostra privacy policy. I messaggi inviati da qui arrivano direttamente sul mio cellulare.
Cosa posso fare per te?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: